Quadro sintetico Energia

Codice Partner, Codice Fiscale e Conto Contrattuale. Qualora il Codice Fiscale non fosse presente il Cliente è tenuto per legge a comunicarlo alla Società Dolomiti Energia per l'opportuna variazione.

Il numero vede del nostro callcenter ed i riferimenti dei canali online della società, sito internet e e-mail per le comunicazioni.

Tipologia di servizio di fornitura.

Mercato di appartenenza della fornitura sottoscritta, ad esempio Mercato libero (nel caso di offerte commerciali), o Servizio maggior tutela o tutela per chi ha le condizioni tariffarie dell'Autorità.

Tipologia di contratto, numero di contratto e sua data di attivazione.

Dati contrattuali tecnici rilevanti ai fini del calcolo dei costi di fornitura. E' presente anche il Codice POD (punto di rilascio): il codice è importante in quanto individua in modo univoco il punto di consegna della fornitura ed è indispensabile per la sottoscrizione di qualunque offerta.

Dati fattura con numero e data di emissione del documento fiscale.

Dati essenziali di riepilogo della bolletta, periodo, consumo e importo calcolato, scadenza del pagamento.

Spesa per la materia energia
Comprende gli importi fatturati relativamente alle diverse attività svolte dal venditore per fornire l’energia elettrica al cliente finale.
Per il settore elettrico comprende le voci relative all’acquisto dell’energia, al dispacciamento (il servizio che garantisce in ogni istante l’equilibrio tra la domanda e l’offerta di energia elettrica) e alla commercializzazione al dettaglio (legata alla gestione dei clienti) più eventuali importi fatturati relativi alle componenti dei meccanismi perequativi dei costi di approvvigionamento. Per i clienti serviti in maggior tutela che hanno attivato una modalità di addebito automatico degli importi fatturati ed ai quali viene inviata la bolletta in formato elettronico, la voce comprende anche l’applicazione dello sconto per tale formato di emissione.

Spesa per il trasporto e la gestione del contatore
Comprende gli importi fatturati per le diverse attività che consentono ai venditori (sia sul mercato libero sia in maggiore tutela) di consegnare ai clienti finali l’energia elettrica da loro consumata.
Corrisponde agli importi relativi ai servizi di trasmissione/trasporto, distribuzione e misura (ovvero lettura del contatore e messa a disposizione dei dati di consumo). Comprende anche gli importi fatturati relativi alle componenti di incentivazione e al recupero della qualità del servizio e ai meccanismi perequativi dei suddetti servizi

Spesa per oneri di sistema
Comprende gli importi fatturati relativamente a corrispettivi destinati alla copertura di costi relativi ad attività di interesse generale per il sistema elettrico che vengono pagati da tutti i clienti finali del servizio elettrico.

Altre partite
Comprende gli importi eventualmente addebitati/accreditati al cliente finale per oneri diversi rispetto a quelli relativi alla Spesa per la materia energia, alla Spesa per il trasporto e la gestione del contatore e alla Spesa per oneri generali. A titolo di esempio, possono essere comprese nelle Altre partite gli interessi di mora, l’addebito/restituzione del deposito cauzionale, gli indennizzi automatici, i contributi di allacciamento, il corrispettivo CMOR (si veda la descrizione della voce Corrispettivo CMOR).
A seconda della loro tipologia, tali importi possono essere soggetti ad imposta sul valore aggiunto (IVA).

Totale imposte e IVA
Comprende le voci relative all’imposta di consumo accisa e all’imposta sul valore aggiunto (IVA).
La bolletta riporta, oltre alla voce sintetica relativa al totale dovuto per imposte e accisa, un riquadro di dettaglio nel quale sono evidenziate:
- per le accisa l’ammontare dei kWh cui sono applicate le singole aliquote
- per l’IVA la/e base/i imponibile/i e la/e aliquota/e applicata/e.

Indicazione del tipo e numero di contatore con le letture e la relativa data di acquisizione. Nel caso di contatore telegestito le letture sono indicate a fasce (F1, F2 e F3). Approfondisci l'argomento.

Grafico dei consumi.

Il costo medio unitario della bolletta è calcolato come rapporto tra quanto complessivamente dovuto, al netto di quanto fatturato nella voce Altre partite, e i kWh fatturati.
L’informazione consente al cliente una prima valutazione del costo medio della sua fornitura.
Attenzione: il valore del costo medio come sopra calcolato, non corrisponde al costo per kWh effettivo, in quanto risente della presenza tra gli importi a base del calcolo di quote fisse, espresse in euro/cliente/mese (o euro/POD/mese) o euro/kW/mese, e di corrispettivi differenziati per scaglioni di consumo, espressi in funzione del livello di energia consumata, oltre che della eventuale voce relativa ai Ricalcoli

Costo medio unitario della spesa
Il costo medio unitario della spesa per la materia energia è calcolato come rapporto tra quanto dovuto per la voce Spesa per la materia.

Numeri telefonici della società di distribuzione attivi 24 ore su 24 per la segnalazione di guasti e/o emergenze.