Mercato Libero

Il consumatore: dal mercato tutelato al mercato libero

Quando "nasce" il mercato libero

Con il Dl. n. 79 del 16 marzo 1999 (decreto Bersani) inizia in Italia il processo di liberalizzazione del mercato dell'energia, definito anche "mercato libero".
Tutti i consumatori hanno il diritto di scegliere liberamente il proprio fornitore di energia elettrica e gas naturale.
Il consumatore ha quindi la possibilità di valutare le condizioni di servizio offerte da più fornitori e di conseguenza l'opportunità di passare eventualmente al fornitore che offre le condizioni di servizio migliori con le proprie offerte di energia e gas.

Cosa è stato fatto in Italia ed in Europa

Dalla metà degli anni ’90 l’Italia ha dato avvio ad una serie di profonde trasformazioni del sistema al fine di uniformarsi alle comuni direttive emanate dagli organi di governo dell’Unione Europea.
Questo nuovo stato delle cose ha impattato profondamente sul assetto del mercato, sia del gas naturale che dell’energia elettrica, non più caratterizzato da un unico grande operatore nazionale monopolista: le varie attività del settore, la produzione, l’importazione, il trasporto, la distribuzione e la vendita sono attività separate cioè non più in capo al medesimo soggetto.

Alcune di queste attività, tipicamente quelle che non sono un monopolio naturale – l’importazione, la produzione, l’acquisto all’ingrosso e la vendita – sono attività libere, ovvero qualunque società italiana o europea può esercitarle.
In estrema sintesi si può immaginare gli operatori del settore suddivisi in due grandi categorie:
• quelli che tipicamente fanno parte della filiera in regime di monopolio naturale, ovvero i gestori delle reti nazionali e i distributori locali;
• quelli che invece operano nelle attività libere, ovvero vendita al cliente finale, produzione e importazione, compravendita all'ingrosso i quali hanno la necessità di trasportare l’energia elettrica e il gas dai loro siti di produzione e di importazione fino al cliente finale, utilizzando  le reti elettriche e i gasdotti esistenti gestiti in regime regolamentato dai gestori nazionali o dai diversi distributori.

Quali benefici si vuole ottenere con il mercato libero

Il beneficio che si vuole ottenere con il passaggio dal mercato tutelato al mercato libero non consiste solo nell’abbattimento dei prezzi al cliente finale ma anche andare verso una moderna economia di mercato che aumenti la flessibilità e la trasparenza; tutto ciò tutelando i diritti dei consumatori, essendo l’energia elettrica e il gas, dei servizi di pubblica.

 

Scopri le nostre proposte

Per capire i vantaggi e quanto puoi risparmiare sul Mercato libero dell'energia e del gas, scopri fra le nostre proposte quella che meglio si abbina al tuo stile di vita ed alle tue modalità di consumo.

Offerte del mercato libero energia

Offerte del mercato libero gas